0

         

 

Nel 2023 ricorrono gli ottocento anni del primo presepe vivente della storia, realizzato nel 1223 da San Francesco d’Assisi a Greccio, uno dei più importanti luoghi del Francescanesimo.

Per questa ricorrenza i nostri ragazzi del Polo Riabilitativo di Roma, dedicato al trattamento dei disturbi del neurosviluppo e delle disabilità complesse,  hanno portato in mostra in Consiglio regionale del Lazio il loro speciale presepe, fatto tutto a mano con materiale di riciclo.

Dopo averlo attentamente allestito, il gruppo è stato accolto dal Presidente Antonio Aurigemma, che non solo gli ha fatto i complimenti per il bellissimo lavoro realizzato, ma ha voluto anche fargli conoscere il Consiglio e “premiarli” con tanto di medaglie e cappellini.

 

.     

 

Mi gira la testa dall’emozione”- ha commentato orgoglioso e felice Alessandro che, insieme a Silvia e Andrea, hanno fatto parte della piccola delegazione in rappresentanza di tutti i ragazzi del Polo Riabilitativo.

La rappresentazione della Natività attraverso il presepe si è sviluppata nei secoli come tradizione capace di creare aggregazione, inclusione e condivisione, richiamando valori di pace, famiglia, solidarietà e speranza nel futuro. Gli stessi valori condivisi da Nuova Sair e espressi anche con questa iniziativa che ha coinvolto e reso protagonisti i nostri ragazzi.

.